Se hai letto l’articolo “La convinzione sbagliata di potere avere tutto” ricorderai la metafora dell’armadio e avrai fatto sicuramente l’inventario di tutto quello che c’è dentro. Hai diviso i vestiti in due pile: “quelli che devo tenere” e “quelli che probabilmente dovrei eliminare“.

Ma sei davvero pronto a infilare in us sacco e a buttare ciò ciò che hai scartato?

In altre parole, limitarti a stabilire quali attività non danno il miglior risultato possibile non basta: devi eliminarle. La terza parte del libro ti mostrerà come liberarti del superfluo per poter dare un contributo maggiore in ciò che è indispensabile. Non solo: imparerai a farlo in un modo che ti permetterà di ottenere più rispetto da parte di colleghi, capi, clienti, familiari e amici.

Sbarazzarsi dei vecchi abiti non è facile. In fondo, provi ancora una fastidiosa riluttanza, l’assillante paura dell’“E se…”, nel caso fra qualche anno ti pentissi di aver dato via quella giacca gessata con le spalline spesse due dita. È normale: secondo alcuni studi, tendiamo ad attribuire alle cose che già possediamo un valore più alto di quello reale, e quindi facciamo più fatica a liberarcene.

Se non sei ancora pronto a separarti dalla metaforica giacca, poniti la domanda cruciale: “Se non ce l’avessi, quanto sarei disposto a spendere per comprarla?”.

Allo stesso modo, nella vita, l’interrogativo cruciale per decidere quali attività eliminare è: “Se non avessi quest’opportunità, cosa sarei disposto a fare per ottenerla?”.

Certo, trovare la disciplina necessaria per rifiutare alcune occasioni, spesso molto buone, che si presentano nel lavoro e nella vita è infinitamente più difficile che sgombrare l’armadio dai vestiti vecchi. Ma devi trovarla, perché ricordati che ogni volta che non riesci a dire no, stai dicendo sì per inerzia.

Quindi, dopo aver esplorato a sufficienza le opzioni, non chiederti: “Nel mio elenco di priorità in concorrenza tra loro, a quale dovrei dire sì?”.

Poniti, invece, la domanda essenziale: “A quali dirò no?”.

È questa la domanda che ti farà scoprire le tue vere priorità. È la domanda che ti mostrerà la strada migliore affinché il tuo team faccia progressi. È la domanda che porterà alla luce il vero obiettivo strategico che vuoi perseguire e ti aiuterà a dare il massimo contributo per realizzare non solo i tuoi obiettivi, ma anche quelli dell’azienda per cui lavori.

È la domanda da cui può scaturire la rara e preziosa chiarezza necessaria per dare una svolta decisiva alla carriera e alla vita.

Bibliografia:
Essentialism di Greg McKeown

Iscriviti GRATIS a
“ESSENZIALISMO DAILY”

……………………………………

Vuoi essere più produttivo e gestire al meglio il tuo tempo?

Iscriviti alla lista d’attesa per il percorso “Produttività Straordinaria“, il primo percorso che ti guida settimana dopo settimana a prendere in mano il tuo tempo, restare più concentrato ed eliminare le distrazioni.

Iscrivendoti alla lista d’attesa riceverai in anteprima tutte le novità sul lancio del corso e accedere alla promozione esclusiva riservata agli iscritti alla lista d’attesa. In più potrai scaricare GRATIS la guida alla produttività.

Iscriviti ora cliccando qui.

https://marcomignogna.it
Ti piacciano gli articoli di Marco Mignogna? Seguilo sui social!
Commentato da: Come escludere le tante cose trascurabili

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.